Sistemi di videosorveglianza in azienda, intervento del Garante

Il Garante per la protezione dei dati personali è intervenuto in merito all’impiego di sistemi di videosorveglianza all’interno di un’azienda di Pescara. Il garante ha dichiarato illecito il trattamento effettuato tramite sistema di videosorveglianza collocato all’interno dell’azienda, con rilevazione audio e video, definendo inutilizzabili i dati raccolti perché in violazione del Codice in materia di protezione dei dati personali.

L’intervento del Garante non si è limitato a dichiarare inutilizzabili i dati raccolti, ma ha prescritto di designare incaricati responsabili del trattamento come soggetti unici in grado di accedere al sistema di videosorveglianza. Gli stessi soggetti sono obbligati a ricevere le necessarie istruzioni per agire nel rispetto della legge.

L’azienda di Pescara, oggetto di verifica da parte del Garante, ha un sistema di videosorveglianza basato su quattro telecamere, di cui tre che riprendono le postazioni dove sono collocati i PC e una che riprende l’area dove è situata la porta di accesso alla sede dell’azienda. Le tre telecamere che puntano i PC riprendono non solo il video, ma anche l’audio.

La società ha dichiarato di poter visualizzare le immagini, non oggetto di registrazione, e di trattare i dati esclusivamente per rintracciare fatti illeciti. La società ha, inoltre, riferito di non aver mai visualizzato le immagini e di aver siglato alcun accordo con le sigle sindacali per tutelare la privacy dei lavoratori. Da qui la necessità di un intervento da parte del Garante.

Numero verde

800.14.66.27

Contattaci per un preventivo

Nome

Email

Telefono

Messaggio

Quanto fa 12+3?