L’autocertificazione per il trattamento dei dati in azienda secondo la normativa vigente

Autocertificazione Privacy aziendaleL’art. 34 del decreto legislativo 196 del 2003 prevede l’adozione e l’aggiornamento del DPS, Documento Programmatico sulla Sicurezza nel caso in cui l’azienda tratti i dati personali attraverso strumenti elettronici, ma tale documento può essere eventualmente sostituito dall’autocertificazioneper i soggetti – così recita il decreto – che trattano soltanto dati personali non sensibili e che trattano come unici dati sensibili quelli costituiti dallo stato di salute o malattia dei propri dipendenti e collaboratori anche a progetto, senza indicazione della relativa diagnosi, ovvero dall’adesione ad organizzazioni sindacali o a carattere sindacale”.

Recentemente l’obbligo di DPS o di autocertificazione per il trattamento dei dati personali è stato annullato con il Decreto Legislativo 05/2012, c.d. “Decreto Semplificazioni”, recante “Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo”.

Con l’introduzione di tale decreto molte aziende sono esenti dall’obbligo di DPS o Autocertificazione per la Privacy, ma quali?

L’obbligo non riguarderà più, come indica l’articolo sopra citato, chi tratta attraverso strumenti elettronici dati personali comuni di dipendenti, clienti e fornitori o dati sensibili relativi ai dipendenti circa lo stato di salute.
Ogni caso però, è bene precisare, è particolare e può rientrare o meno nell’obbligo in base a dettagli sul tipo di dati, per questo è importante che ogni azienda si avvalga di una consulenza seria e professionale per effettuare tutte le corrette procedure relative al trattamento dei dati personali ed essere in regola con la vigente normativa sulla privacy aziendale.

Numero verde

800.14.66.27

Contattaci per un preventivo

Nome

Email

Telefono

Messaggio

Quanto fa 12+3?